Mineralogia della Valle d'Aosta

La Valle d'Aosta è una regione tipicamente aplina dove la presenza di minerali è abbastanza frequente e diversificata.

Alcuni giacimenti (specialmente quello ferriero di Cogne, costituito da magnetite di elevata purezza) in passato hanno avuto notevole importanza economica.

Nella regione, inoltre, furono sfruttate miniere di manganese (Praborna), di oro (Brusson), di piombo argentifero (Courmayeur) e di amianto (Emarese).

Tra i minerali da collezione ricordiamo i pregiati cristalli di quarzo del Monte Bianco e le spendide cristallizzazioni di graniti, vesuviana ed epidoto di Bellecombe, presso Chatillion.

Ci sono due località principali mineralogiche valdostane: il ghiacciaio del Miage e quello del Triolet.

Il ghiacciaio del Miage

miage(Miage)

il ghiacciaio del Miage con le sue morene, è una delle aree mineralogiche alpine più interessanti.

Posto sul versante italiano del Monte Bianco, in uno splendido ambiente paesaggistico, si raggiunge facilmente da Courmayeur percorrendo la strada che attraversa la Val Veny.

La ricerca si effettua principalmente nei massi che ricoprono il ghiacciaio, formando la morena superficiale; questi massi sono sempre rinnovati dal costante movimento del ghiacciaio che li trasporta verso la valle.

La natura delle rocce presenti è variabile: ai frammenti di una roccia intrusiva simile al granito e tipica del Monte Bianco, detta 'protogino', si associano rocce metamorfiche dchiare, come gli gneiss e i micascisti, e rocce dal colore verde o grigiastro scuro, dette 'anfiboliti'.

protoginoprotogino (Eurico Zimbres)

Il ghiacciaio del Triolet

trioletTriolet (Christian)

il ghiacciaio del Triolet, sempre nel gruppo del Monte Bianco, è una nota località mineralogica.

Si raggiunge da Courmayeur salendo fino al rifugio Dalmazzi.

L'area di recerca si estende per un paio di chilometri lungo il cosidetto Vallone del Triolet ed è costituita soprattutto da blocchi e frammenti di rocce granitiche, in gran parte derivanti da un'enorme frana che interessò la zona agli inizi del Settecento.

I minerali

La complessa geologia della zona ha favorito la formazione di circa un centinaio di specie mineralogiche diverse, tra cui uniche al mondo! Come la tiragalloite, saneroite palenzonaite, medaite, gravegliaite.

tiragalloiteTiragalloite

La braunite è il minerale più comune: si rinviene in masse compatte e granulari, pesanti, nere, metalliche e lucenti.

Anche il quarzo è una specie frequente, sia in forma compatta, sia in distinti cristalli molto spesso ialini, e cosi la calcite.

brauniteBraunite (Robert M. Lavinsky)

minerali in Lombardia

minerali in Marche

minerali in Umbria

minerali in Piemonte

minerali in Trentino-Alto Adige

minerali in Lazio

minerali in Sicilia

minerali in Campania

minerali in Liguria

minerali in Calabria

minerali in Friuli-Venezia Giulia

minerali in Valle d'Aosta